Voto medio degli utenti

VN:F [1.9.22_1171]
4.2 su 5

Chef Massimo Bottura

 

Chef e Patron del Ristorante OSTERIA FRANCESCANA

3 stelle Michelin, 3 forchette Gambero Rosso..primo nella classifica “The World’s 50th Best Restaurants 2016, queste sono premesse per il migliore Chef al mondo in assoluto…

Ma.. a mio parere personale,  non è la cucina migliore in assoluto ma sicuramente  è una TRA le migliori cucine che ad oggi io abbia mai provato; nonostante io viva sempre esperienze sensoriali fantastiche ogni qual volta abbia avuto la fortuna di essere ospite della Francescana..

Lo chef Bottura appare come un visionario ed avanguardistico sempre alla ricerca della massima espressione e precisione in tutte le sue idee che poi si trasformano in “opere d’arte” al servizio del commensale.

Bottura propone una cucina creata mediante una rielaborazione moderna dei piatti e delle materie prime tradizionali. Qui nel suo Ristorante tradizione e modernità si scontrano in modo spettacolare;

Le sue preparazioni  sarebbero tutte da provare, ma in particolar modo “l’anguilla che sale il fiume Po”  (sublime) – “Le stagionature del Parmigiano”  (un piatto che ha già fatto storia) – gli spaghetti chitarra e ricciola…

E’ entusiasmante quando lo chef passa tra i tavoli e ti coinvolge, ti cattura e fa sembrare le sue preparazioni, qualora ce ne fosse bisogno, ancor più interessanti.

Ma essere tra i migliori non significa soltanto grande cucina, occorre avere una squadra ben rodata dove ai fornelli lavorano collaboratori talentuosi; basti pensare che qui all’Osteria Francescana c’è più personale che commensali.

Spendere più di 300 euro da Bottura potrebbe sembrare immorale, ma ognuno è libero di spendere i propri soldi come meglio crede..

Solo 2 note “negative” se così si può dire: poco inclini ad variazione sul menù, seppur questo è ben strutturato e presenta due menù degustazioni da 9 e 12 portate, e la sala per un 3 stelle è un po’ piccola e fredda.

“Metti alla prova la tua lingua. Mangia per ricordare. Mangia per condividere. Soddisfa il tuo cuore e la tua anima…lo stomaco li seguirà. Il nutrimento non è matematica… è emozione.”

(Massimo Bottura)..

Per gustare la cucina di Bottura la spesa media è di 250,00 euro

 

2 commenti

  • Alfonso Barrile ha detto:

    Possiamo parlare di tutte le ricerche intorno al mondo per trovare alimenti particolari per poi abbinarli con altri per dare al cliente sapori indescrivibili e forse capibili per pochi, ma come non condivido i prezzi del Ristorante Da CVittorio (esorbitanti,) così non condivido quelli della Francescana. Perchè lo chef Bottura non spiega esattamente come arriva a proporre quei costi ci dica esattamente come ci arriva: costi mano d’opera margini materia…ci spieghi??? lui come tutti gli altri

  • Sapori Gianni ha detto:

    Ho letto che i prezzi così alti presenti nel menù sono dovuti principalmente alla ricerca che Bottura esegue per dare qualità ai suoi piatti. Mi sa che la sua ricerca sia comunque troppo costosa eppoi ricerca di cosa? le sensazioni del parmigiano a 60 euro cosa p andato A CERCARE? secondo me è assurdo. Cioè non è assurdo spendere 60 euro per un antipasto è assurdo spenderli per certi antipasti come appunti quelli della Francescana. Concordo con voi non è il migliore al mondo in quanto ho mangiato in posti migliori anche spendendo uguale come ad esempio DA VITTORIO Bergamo, da Combal eddai ragazzi una ridimensionata per favore. Ah dimenticavo vogliamo parlare dei vini? ricarichi vergognosi e se fai una degustazione aggiungendo altri bei 150 euro al menù ti danno vini già aperti, bottiglie da 10 euro. In sostanza, si si mangia bene ma esagerati nella valutazione e nei costi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *